Rassegna stampa
Sù

AudiOutdoor - Europe on the Move

 

 

 

 

 

 

 

Dalla ricerca Europe on the Move, presentata lo scorso 22 Marzo da CBS Outdoor Italia, emerge che la pubblicità Outdoor è parte integrante del contesto e una forma piacevole di distrazione, capace di influenzare positivamente l'esperienza di viaggio. L'Outdoor, inoltre, agisce in un contesto prossimo ai luoghi dell'acquisto, comunicando il messaggio giusto al momento giusto.

Tra le attività svolte dagli intervistatori durante gli spostamenti, la principale occupazione mentre aspettano un mezzo pubblico è proprio guardare la pubblicità outdoor.

L'Outdoor ricopre anche un ruolo importante nella call to action: il 65% degli intervistati dichiara di aver compiuto un'azione dopo aver visto una campagna outdoor (quindi di aver parlato con un amico, aver cercato informazioni sul prodotto, aver comprato il prodotto, ecc.)

In particolare, in Italia, nell'ultima settimana, 1 intervistato su 4 ha effettuato almeno un acquisto di impulso durante i propri spostamenti e il 64% ha fatto qualcosa dopo aver visto una pubblicità in outdoor.

Sempre secondo la ricerca di CBS Outdoor, gli italiani intervistati quando si posstano sono estremamente attivi e durante il proprio tragitto svolgono molteplici funzioni, tra cui guardare la pubblicità sui poster (il 41% degli italiani).

Infine, è emerso che, il 62% degli intervistati presta attenzione al mezzo e il 41% lo evita. Pertanto, è evidente che, il 21% degli intervistati presta consciamente attenzione all'outdoor, registrando un risultato migliore rispetto atutti gli altri mezzi.

In ultima analisi, Magna Global, società di ricerche sui media, prevede che la spesa mondiale in pubblicità out of home aumenterà nel 2011 dell'8,3%, con una crescita più veloce di quella prevista pre tutte le altre forme di pubblicità.